15 Luglio 2020
News

Le batterie al litio

07-05-2020 16:29 - Le nostre news
Le batterie al litio trasportate su strada hanno la propria modalità di trasporto e regolamentazione.

In particolare, il trasporto su strada viene regolato attraverso la normativa ADR siglato a Ginevra nel 1957 e valido su tutto il territorio dell’Unione Europea.

Le batterie trasportate a seconda delle loro caratteristiche (litio ionico o litio metallico), devono seguire la propria normativa che prevede differenti disposizioni (come per esempio l’ utilizzo delle scatole omologate ONU 4G).


I NUMERI ONU

I numeri ONU di riferimento per le batterie al litio sono:

UN3480 Batterie al litio ionico;
UN3481 Batterie al litio ionico contenute o imballate in un dispositivo;
UN3090 Batterie al litio metallico;
UN3091 Batterie al litio metallico contenute o imballate in un dispositivo.


L’ETICHETTATURA

L’ultima revisione della normativa ADR ha introdotto delle novità essenziali per il trasporto di queste batterie, ad esempio una nuova etichetta per le pile e batterie al litio: il modello 9A.

Essa presenta la classica forma a losanga: la parte superiore è caratterizzata dalla presenza di bande verticali nere mentre, nella parte inferiore, troviamo l’immagine della batteria al litio.

etichetta-adr

È bene ricordare che non è sempre obbligatorio applicare questa etichetta per la segnalazione delle batterie.


DISPOSIZIONI SPECIALI

L’ADR, per tutti i numeri ONU collegati alle pile e batterie al litio specifica alcune disposizioni speciali per la loro spedizione. In linea generale per tutti questi numeri ONU troviamo le seguenti disposizioni da consultare:

DS 188: consente di spedire pile e batterie al litio senza applicare l’ADR; è necessario assicurarsi però che vengano rispettate tutte le pertinenti richieste presenti in questa disposizione;
DS 230: specifica che le pile e batterie al litio possono essere trasportate sotto questa rubrica se soddisfano le disposizioni del 2.2.9.1.7;
DS 310: consente di spedire pile o batterie non testate secondo la sottosezione 38.3 della terza parte del manuale delle prove e dei criteri. Essa è applicabile solo in caso di produzioni di massimo 100 pile o batterie o ai prototipi di pre-produzione, quando questi sono trasportati per essere provati. Devono essere rispettate tutte le pertinenti richieste presenti in questa disposizione e imballati in conformità con le istruzioni P910 del 4.1.4.1 o LP905 del 4.1.4.3, secondo il caso;
DS 348: le batterie fabbricate dopo il 31 dicembre 2011 devono essere marcate con l’indicazione dell’energia nominale in Wattora sull’involucro;
DS 360: i veicoli alimentati unicamente da batterie al litio metallico o al litio ionico devono essere classificati sotto la rubrica ONU 3171 Veicolo alimentato a batteria
DS 376: riguarda la spedizione di batterie al litio identificate come danneggiate o difettose di modo che non sono più conformi al tipo testato;
DS 377: riguarda la spedizione di batterie trasportate per lo smaltimento o il riciclaggio;
DS 387:le batterie al litio conformi al 2.2.9.1.7(f) contenenti sia elementi primari al litio metallico che elementi ricaricabili al litio devono essere assegnati ai n. ONU 3090 o 3091 a secondo dei casi. Quando tali batterie sono trasportate secondo la disposizione speciale 188, il tenore totale di litio di tutti gli elementi al litio metallico contenute nella batteria non deve superare 1,5g e la capacità totale di tutti gli elementi al litio ionico contenute nella batteria non deve superare 10 Wh;
DS 636: riguarda la spedizione di batterie trasportate per lo smaltimento o il riciclaggio e consente, se rispettate tutte le sue richieste, di non applicare l’ADR;
DS 670: riguarda gli elementi e le batterie al litio installate in apparecchiature provenienti dalle abitazioni private raccolte e consegnati per il trasporto per il disinquinamento, lo smantellamento, il riciclaggio e lo smaltimento.


ISTRUZIONI DI IMBALLAGGIO

Per la spedizione in colli delle batterie al litio con numeri ONU: UN3090, UN3091, UN3480 e UN3481 è necessario applicare, salvo casi particolari, anche le istruzioni di imballaggio, elenchiamole brevemente.

P903: Istruzione per la spedizione delle pile o batterie al litio;
P908: Istruzione per la spedizione delle pile o batterie al litio danneggiate o difettose;
P909: Istruzione per la spedizione delle pile o batterie al litio trasportate per lo smaltimento o il riciclaggio;
P910: Istruzione per la spedizione di prototipi di pile o batterie al litio;
P911: Istruzioni per la spedizione di elementi e batterie danneggiate o difettose che nelle normali condizioni sono suscettibili di una rapida frammentazione, di reagire pericolosamente, di produrre una fiamma o un pericoloso sviluppo di calore o una pericolosa emissione di gas o vapori tossici, corrosivi o infiammabili;
LP903: istruzione per i grandi imballaggi contenente i numeri ONU 3090,3091,3480,3481;
LP904: Istruzione per i grandi imballaggi si applica alle singole batterie, danneggiate o difettose e alla singola apparecchiatura contenete elementi e batterie danneggiate o difettose con i numeri ONU 3090,3091,3480,3481;
LP905: Istruzioni grandi imballaggi per i numeri ONU 3090,3091,3480,3481che si compongono al massimo di 100 elementi e batterie e ai prototipi di pre-produzione di elementi e batterie quando questi sono trasportati per essere provati;
LP906: Istruzioni grandi imballaggi per le batterie danneggiate o difettose che nelle normali condizioni sono suscettibili di una rapida frammentazione, di reagire pericolosamente, di produrre una fiamma o un pericoloso sviluppo di calore o una pericolosa emissione di gas o vapori tossici ,corrosivi o infiammabili.


NORMATIVA E RIFIUTI

La normativa dei rifiuti di riferimento è il D.Lga152/2066 e SMI con riferimenti agli art.183, 188, 189, 190, 193 e i DM 145/98 relativo alla formazione e DM 148/98 relativo al registro.


STOCCAGGIO PER BATTERIE AL LITIO

I rischi connessi allo stoccaggio delle batterie al litio possono essere:

• rischio chimico;
• rischio elettrico;
• rischio cumulativo (elettrico e chimico);
• rischio incendio ed esplosione.

Quindi i locali di stoccaggio dovranno essere creati in maniera tale da avere una serie di precauzioni atte ad minimizzare i rischi:

1. Sistema di ventilazione con estrattore d'aria e aria fresca in entrata;
2. Struttura con protezione antincendio ed antideflagrante;
3. Sistema di climatizzazione integrato e superficie di rilascio della pressione nel tetto;
4. Apertura nella parete per la connessione dei cavi;
5. Sistema di spegnimento incendi;
6. Vetro nella porta per check visivi di sicurezza;
7. Sistemi di monitoraggio quali sensori di temperatura e/o rilevatori di gas;
8. Sistemi di allarme visivi e sonori.

Esempio di locale già in commercio:

shelter

Gli shelter per batterie al litio di DENIOS sono sistemi a ripiani o accessibili al personale che si configurano come locali di prova e di stoccaggio ideali grazie alla protezione antincendio REI 120, una caratteristica che ne limita drasticamente i rischi potenziali.


MOVIMENTAZIONE e IMBALLAGGIO DELLE BATTERIE AL LITIO

La movimentazione delle batterie al litio pone delle problematiche correlate alla sicurezza per il rischi di incendio, esplosione e/o fuoriuscita di gas e liquidi pericolosi.

Le batterie al litio sono di due tipi: metalliche e a ioni.

LE BATTERIE AL LITIO-METALLO contengono litio metallico. Sono generalmente non ricaricabili, presentano una maggiore densità di energia rispetto alle altre batterie.
Sono utilizzate per dispositivi come orologi, pacemaker, protesi acustiche, macchine fotografiche e calcolatrici.

LE BATTERIE AGLI IONI DI LITIO sono state sviluppate in seguito e sono considerati più stabili rispetto e quelle metalliche. Le batterie agli ioni di litio offrono una elevata densità di energia, ma sono ricaricabili e non contengono litio metallico. Sono comunemente utilizzate in elettronica di consumo, come telefoni cellulari, tablet, computer e notebook.

Le batterie al litio devono essere inserite all’interno di specifici imballaggi, salvo casi particolari. Un esempio di questi imballaggi sono le scatole omologate ONU 4G. Queste vanno utilizzate assieme a dei particolari imballaggi interni.

Deve essere presente il certificato di omologazione, a riprova del fatto che l’imballaggio è stato sottoposto ai test di omologazione ONU e che sul certificato sia specificato che l’imballaggio è idoneo per la spedizione della vostra batteria al litio. Si raccomanda di fare attenzione anche al peso della scatola, che deve essere uguale o inferiore a quello del collo testato in fase di omologazione. Sull’aletta della scatola il mittente può trovare tutte le istruzioni per una corretta chiusura.

Le batterie al litio possono essere imballate e spedite singolarmente, oppure imballate singolarmente ma spedite con altri dispositivi nella stessa scatola.

Il tipo di classificazione varia a seconda che la batteria sia singola, o contenuta all’interno di un’apparecchiatura elettronica oppure spedita assieme ad un’apparecchiatura elettronica, come smartphone e tablet.


ETICHETTATURA PER LA SPEDIZIONE ESENTE DI BATTERIE AL LITIO

etichettatura-spedizione-esente

Etichette per la spedizione esente di batterie al litio ionico UN3480 e UN3481 (lithium ion battery) e batterie al litio metallico UN3090 e UN3091 (lithium metal battery) disposizione speciale 188.

• è stato incluso uno spazio dove segnare il numero UN, che deve avere un'altezza minima di 12 mm;
• è stato incluso uno spazio per indicare un numero di telefono per le informazioni.

Le altre specifiche di questa etichetta:

• Deve avere una forma rettangolare di cm 12x11;
• Deve essere contornata da un bordo rosso a bande di 5 mm di larghezza;
• Il simbolo in bianco e nero (costituito da un gruppo di batterie, una delle quali danneggiata emette fiamme) deve stare al di sopra del numero ONU. Se la dimensione dell’imballo è troppo piccola per questa etichetta, allora essa può essere ridotto fino a 105x74 mm;
• Il numero di telefono apposto sull’etichetta per batterie al litio, dovrebbe essere di una persona competente in merito alla spedizione che risponda in normale orario di lavoro. Ma può anche essere un numero di emergenza 24 ore.

Vi è una nuova etichetta per la classe 9 specifica per le batterie al litio, laddove la merce rientri in questa classificazione (per maggiori informazioni si fa riferimento alla normativa vigente).



Esempio per spedizione già in commercio:



TIPOLOGIA VEICOLI PER IL TRASPORTO DI BATTERIE AL LITIO

I veicoli che movimentano BATTERIE AL LITIO opportunamente imballate in idonei imballaggi dovranno seguire le direttive ADR per il trasporto in colli quindi essere attrezzati di pannelli arancioni – borsa ADR completa ed estintori a seconda della massa complessiva del veicolo il loro conducente dovrà essere provvisto di idoneo patentino ADR.



Realizzazione siti web www.sitoper.it
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account