20 Maggio 2024

Gli imballaggi IBC: cosa sono e come devono essere utilizzati

Gli imballaggi IBC (Intermediate Bulk Container) sono contenitori utilizzati per il trasporto e lo stoccaggio di materiali sfusi, liquidi o solidi, in quantità intermedie.

Gli imballaggi IBC sono comunemente impiegati nell'industria chimica, alimentare e farmaceutica per trasportare e immagazzinare sostanze come solventi, prodotti chimici, oli, acqua, ecc.

Gli imballaggi IBC sono composti da diversi elementi che insieme costituiscono un sistema robusto per il trasporto e lo stoccaggio di materiali.

Le parti principali di un imballaggio IBC includono:

1. Serbatoio interno: solitamente realizzato in plastica (come polietilene ad alta densità o HDPE) o acciaio inossidabile. Questo serbatoio è progettato per contenere il materiale da trasportare, garantendo la sicurezza e l'integrità del contenuto.

2. Struttura esterna: è costituita da una struttura metallica o di plastica che supporta il serbatoio interno e facilita il trasporto e la movimentazione del contenitore mediante carrelli elevatori o altri mezzi.

3. Pallet: molti imballaggi IBC sono montati su pallet integrati, che consentono il sollevamento e il trasporto con attrezzature standard come i carrelli elevatori.

4. Valvole e connettori: sono utilizzati per riempire, svuotare o trasferire il materiale all'interno del serbatoio. Possono includere valvole di scarico, connettori per tubi o raccordi a vite.

5. Protezioni: alcuni imballaggi IBC sono dotati di protezioni aggiuntive, come coperchi o gabbie metalliche, per proteggere il serbatoio interno da danni durante il trasporto e lo stoccaggio.

Complessivamente, gli imballaggi IBC sono progettati per essere resistenti, sicuri e facilmente maneggiabili, garantendo la protezione del materiale contenuto e facilitando il suo trasporto e la sua manipolazione lungo la catena di approvvigionamento.

Esistono 3 tipi di materiali con cui è costruito un IBC, riportati a seguire:

  • Composito
  • Metallico
  • Plastico.

La Normativa ADR determina il tempo massimo di utilizzo degli IBC in plastica in 5 anni (60 mesi) nel capitolo 4.1 e richiede un test di controllo dopo 2,5 anni (30 mesi) dalla data di fabbricazione.

Il riempitore è responsabile dell'ispezione e della valutazione dell'idoneità del contenitore per il trasporto.

Gli IBC, i componenti e l'equipaggiamento sia accessorio che strutturale, devono essere concepiti per resistere, senza perdita di contenuto, alla pressione interna dovuta al contenuto stesso e agli stress subiti durante le normali condizioni di movimentazione e di trasporto (ADR 6.5.3.1.6.).


ACCATASTAMENTO DINAMICO (DURANTE IL TRASPORTO)

L’accatastamento di IBC vuoti o riempiti (fino a densità 1.5) è consentita fino a due altezze a patto che sia assicurata la stabilità della pila.

Chi spedisce è responsabile dell’effettuazione di un carico appropriato e sicuro di tutti i contenitori. (ADR 7.5.7, EN 12195 standard).

A causa dell’asimmetria dei pallet, i contenitori devono essere sempre accatastati nella stessa direzione ed il pallet del contenitore sovrastante deve essere correttamente incastrato nella parte superiore del contenitore sottostante.

Tutti i trasporti delle IBC devono essere fatti in conformità alle regole esistenti nazionali e internazionali. Deve essere altresì osservato e seguito un protocollo di sicurezza a seconda che il prodotto trasportato sia o non sia classificato pericoloso.

Le due norme che regolamentano la fabbricazione, il trasporto e le operazioni di carico/scarico degli IBC sono ADR 7.5.7 ed EN 12195, che stabiliscono i criteri a seguire:

  • gli IBC devono essere maneggiati in posizione verticale e assicurate al fine di prevenire movimenti (laterali o verticali) durante la spedizione ed il trasporto;
  • gli IBC devono essere sempre stoccati nella stessa direzione e incastrate correttamente nel vano di carico;
  • non accatastare o caricare alcun articolo (fusti, casse, attrezzature etc.) sopra le IBC. Ogni oggetto estraneo può danneggiare l'otre;
  • prima di caricare le cisternette assicurarsi che sulle pareti o sul pavimento del veicolo di trasporto non ci siano chiodi appuntiti o sporgenti, viti, bordi affilati o altre situazioni che potrebbero danneggiare o forare il contenitore;
  • durante il carico dei mezzi di trasporto, fissare con cura gli IBC in modo da evitare possibili movimenti.

Realizzazione siti web www.sitoper.it
cookie