17 Aprile 2024

Esenzione dal Consulente ADR per tipologia di attività

a) LA REGOLA GENERALE:

Il punto 1.8,3.2 dell'accordo ADR prevede che l'obbligo della nomina del consulente ADR non si applichi:

  • Alle imprese in cui le loro attività riguardano quantitativi di merci pericolose che non superano i limiti definiti al punto 1.1.3.6. e al punto 1,7.1.4 come pure ai capitoli 3.3, 3.4 oppure 3,5 (punto 1.8.3.2, lettera a), dell'accordo ADR e per ogni unità di trasporto.

  • Alle imprese che non effettuano, a titolo di attività principale o accessoria, trasporti di merci pericolose od operazioni d'imballaggio, di riempimento, di carico o scarico connesse a tali trasporti.

Queste operazioni devono però essere svolte in forma non continuativa oppure in forma accessoria alla propria attività principale.

La predetta ​esenzione ​è operante se sussistono le seguenti due condizioni:

  • numero massimo annuo di operazioni: fissato in 24, con limite massimo di 3 operazioni mensili;
  • quantità massima annua: non superiore a 180 t.

Tale esenzione ​non è, comunque, automatica: l'impresa può avvalersene solo previa autocertificazione e manifestazione esplicita dell'intenzione di utilizzare questa forma di ​ ​ esenzione (COMUNICAZIONE ALLA MOTORIZZAZIONE).

***Ricordiamo però che il MIT ha precisato che, anche nelle condizioni di non obbligatorietà della nomina del consulente ADR per la sicurezza, gli operatori terzi coinvolti (ad esempio autotrasportatori, destinatari etc.) dovranno ottemperare alle prescrizioni sancite dall'Accordo ADR vigente.***

La normativa ADR non parla esplicitamente della necessità di possedere un mezzo attrezzato ed avere il personale munito di patentino ADR nel caso dell'esenzione del consulente ADR.

Però, in virtù di ciò che è riportato al punto “***” che sancisce l'obbligo di attenersi alle prescrizioni ADR vigenti, si consiglia caldamente di essere muniti di trasportatori con patentino ADR e mezzi attrezzati per evitare di incorrere in qualsiasi problema.

  • Alle imprese che effettuano occasionalmente trasporti nazionali di merci pericolose, o operazioni d'imballaggio, di riempimento, di carico o scarico connesse a tali trasporti che presentano un grado di pericolosità o un rischio di inquinamento minimi (punto 1.8.3.2, lettera b), dell'accordo ADR).

In pratica le attuali esenzioni si applicano anche agli speditori che si trovano nelle condizioni operative di cui sopra.

Inoltre possono avvalersi di questo tipo di​ esenzione ​le imprese che effettuano operazioni di trasporto e imballaggio, spedizione, carico, riempimento e scarico di merci scarsamente pericolose, cioè materie od oggetti classificati nella categoria di trasporto 3 alla colonna 15 della tabella A del capitolo 3.2 ADR.


MODALITA' DI COMUNICAZIONE DELL'ESENZIONE PER TIPOLOGIA DI ATTIVITA'

L'esenzione ​per tipologia di attività si rende effettiva per l'impresa che comunica l'intenzione di avvalersene all'UMC nella cui circoscrizione ha sede o rappresentanza legale, prima di dare avvio, per ciascun anno solare, alle specifiche attività.

La comunicazione deve avvenire in forma scritta e occorre inviarla alla motorizzazione.

In ogni caso nella comunicazione occorrerà inserire tutte le informazioni necessarie all'individuazione dell'impresa e della tipologia di merci trasportate.

L'impresa che intende avvalersi dell'esenzione ​per anni consecutivi deve allegare copia della comunicazione relativa all'anno precedente, corredata delle annotazioni relative alle singole operazioni effettuate.

Effettuata la comunicazione è necessario che l'impresa predisponga una copia della stessa sulla quale vanno riportati per ogni partita di merce in ​ ​ esenzione:

  • data dell'operazione;

  • tipo e quantità di merce trasportata o caricata.

I trasporti effettuati in regime d' esenzione ​ ​per quantità trasportate non concorrono alla determinazione del numero massimo di viaggi annuali o mensili e alla quantità massima annuale consentita per l'esenzione ​ ​per tipologia di attività.

È opportuno che la comunicazione venga redatta in tre copie, ciascuna delle quali deve essere:

  1. inoltrata all'UMC (Uffici Della Motorizzazione Civile), la prima;
  2. Conservata nell'archivio dell'impresa, la seconda;
  3. aggiornata in occasione di ogni operazione svolta, la terza.

Ogni trasporto dovrà essere accompagnato da una copia di quest'ultima completa (fronte e retro).

Si suggerisce di utilizzare il seguente schema su carta intestata; la seconda parte della scheda deve essere riprodotta sul retro dello stesso foglio.

Qua sotto è riportata una tabella facsimile che deve essere compilata dall'impresa che ha intenzione di utilizzare l'esenzione della nomina del consulente ADR.


Data [3] Tipo di operazione Quantitativo di merci movimentato

1 ....../...../......... ....................... ............ t

2 ....../...../......... ....................... ............ t

3 ....../...../......... ....................... ............ t

4 ....../...../......... ....................... ............ t

5 ....../...../......... ....................... ............ t

6 ....../...../......... ....................... ............ t

7 ....../...../......... ....................... ............ t

8 ....../...../......... ....................... ............ t

9 ....../...../......... ....................... ............ t

10 ....../...../......... ....................... ............ t

11 ....../...../......... ....................... ............ t

12 ....../...../......... ....................... ............ t

13 ....../...../......... ....................... ............ t

14 ....../...../......... ....................... ............ t

15 ....../...../......... ....................... ............ t

16 ....../...../......... ....................... ............ t

17 ....../...../......... ....................... ............ t

18 ....../...../......... ....................... ............ t

19 ....../...../......... ....................... ............ t

20 ....../...../......... ....................... ............ t

21 ....../...../......... ....................... ............ t

22 ....../...../......... ....................... ............ t

23 ....../...../......... ....................... ............ t

24 ....../...../......... ....................... ............ t

Quantità totale ......... t < 180 t


Realizzazione siti web www.sitoper.it
cookie